1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Capita spesso che, nel corso di un discorso, qualcuno dei partecipanti citi una frase o un proverbio in latino più o meno noto, a commento della vicenda discussa. I proverbi e motti in latino racchiudono perle di saggezza, molte delle quali si prestano a sottolineare un concetto o a esprimere molto sinteticamente un parere su un fatto.

La nostra lingua e la nostra cultura derivano in gran parte da quella latina, lingua che ha origini arcaiche e che per molti anni è stata la più parlata nel mondo. Le frasi in latino celebri sono state tramandate nel tempo e sono modi di dire popolari o citazioni di celebri filosofi.

Troverai qui di seguito una raccolta di Motti, Detti, Aforismi e Proverbi Latini molti dei quali molto celebri, con traduzione in italiano del loro significato. Potrai memorizzarli e citarli, qualora se ne presenti l’occasione, facendo un’ottima figura con gli amici.

Detti, Motti, Aforismi, Citazioni e Proverbi Latini (con traduzione)

Vox populi, vox Dei.

Voce di popolo, voce di Dio, Bibbia

Semper avarus eget.

L’avido ha sempre dei bisogni

Dulce bellum inexpertis, expertus metuit.

La guerra è dolce per chi non ne ha esperienza, l’esperto la teme.  (proverbio medievale)

Cibi condimentum esse famem

La fame è il condimento del cibo, Cicerone

Rara est adeo concordia formae atque pudicitiae.

Così rara è l’unione della bellezza e della modestia, Giovenale

Caseus est sanus, quem dat avara manus.

Fa bene quel formaggio servito da una mano avara.

Roma caput mundi.

Roma capitale del mondo

Medicus curat, natura sanat.

Il medico cura, la natura guarisce

Bis peccare in bello non licet.

In guerra non è permesso sbagliare due volte.

Ianuensis ergo mercator.

Genovese quindi mercante.

Mors tua vita mea.

La tua morte è la mia vita

Naturam expellas furca, tamen usque recurret.

Puoi cacciare l’indole naturale con un forcone: ma tornerà sempre di nuovo, Orazio

Si vis amari, ama.

Se vuoi essere amato, ama

Nulla est voluptas quae non adsiduitate fastidium pariat.

Non v’è piacere che con la sua assiduità non rechi noia

Post coitum omne animal triste.

Dopo l’accoppiamento ogni animale è triste

Summum ius summa iniuria.

La giustizia perfetta conduce alla perfetta ingiustizia, Cicerone

Memento audere sempre

Motto di Gabriele D’Annunzio

Sub longis tunicis brevis est animus mulieris.

Le donne hanno le vesti lunghe e il cervello corto

Nomina sunt odiosa.

È odioso fare nomi, Cicerone

Ars longa, vita brevis.

L’arte è lunga, la vita è breve, in tutte le arti la vita dell’uomo è troppo breve, Seneca citando Ippocrate

Omnia tempus habent.

Ogni cosa ha il suo tempo

Nam tua res agitur, paries cum proximus ardet.

È in ballo anche la casa tua, se brucia la casa del vicino, Orazio

Non omne id, quod fulget, aurum est.

Non è tutto oro ciò che luccica

Otia dant vitia.

Il tempo libero genera i vizi

Repetita iuvant.

Ripetere è utile

Ecce Homo.

Ecco l’uomo, Ponzio Pilato, mostrando Gesù alla folla

Ora et labora.

Prega e lavora, San Benedetto

Et monere et moneri proprium est verae amicitiae.

Ammonire ed essere ammoniti è proprio della vera amicizia

Homo sum: humani nihil a me alienum puto.

Sono un uomo: niente di ciò che è umano considero estraneo a me, Terenzio

Alium silere quod voles, primus sile

Ciò che vuoi che un altro taccia, tacilo tu per primo, Seneca

Post prandium stabis, post coenam ambulabis.

Dopo pranzo riposare, dopo cena passeggiare

Amicus omnibus, amicus nemini.

Amico di tutti, amico di nessuno.

Beati monoculi in regione caercorum

Fortunata è la persona con un occhio solo nel paese dei ciechi

Do ut des.

Do perché tu mi dia

Pacta sunt servanda.

I patti devono essere rispettati

Silent leges inter arma.

Le leggi tacciono in tempo di guerra, Seneca

Ducunt volentem fata, nolentem trahunt.

Il fato guida chi vuole lasciarsi guidare e trascina chi non vuole, Seneca

Noli rogare, quom impetrare nolueris.

Non domandare quando non vorresti ottenere, Seneca

Nihil morte certium.

Niente è più certo delle morte

Nemo liber est qui corpori servit

Nessuno che è schiavo del suo corpo è libero

Aequam memento servare mentem.

Ricordati di mantenere la mente serena, Orazio

Amor caecus.

L’amore è cieco

Parce sepulto.

Risparmia chi è sepolto, Virgilio

Oculi sunt in amore duces.

In amore siamo guidati dagli occhi, Properzio

Vitium impotens, virtus vocatur.

Il vizio che non ha più forza si chiama virtù

Nomina sunt consequentia rerum.

I nomi sono corrispondenti alle cose, Giustiniano

Pecuniae omnia parent.

Tutte le cose obbediscono al denaro

Apertis verbis.

A chiare lettere

Est in canitie ridicula Venus.

È ridicolo l’amore di un vecchio. (Proverbio medievale)

A Deo rex, a rege lex.

Da Dio il re, dal re la legge

Ubi Bene Ibi Patria.

Laddove ci si sente bene, la c’è la patria

Omne animal post coitum triste.

Tutti gli animali sono mesti dopo il coito.

Quot homines, tot sententiae.

Tanti uomini tanti modi di pensare

Desertum fecerunt et pacem appellaverunt.

Fecero un deserto e la chiamarono pace, Tacito

Facis de necessitate virtutem

Fai di necessità virtù

Primum facere, deinde philosophari.

Prima fare, poi filosofare

Ipsa senectus morbus.

La vecchiaia è di per se stessa una malattia, Cicerone

Mutatis mutandis.

Cambiato ciò che bisogna cambiare

Fiat lux

Sia fatta la luce, Genesi

Vita mortuorum in memoria est posita vivorum.

La vita dei morti sta nella memoria dei vivi, Marco Tullio Cicerone

Odi profanum vulgus et arceo.

Odio la massa ignorante e la tengo lontana, Orazio

Gutta cavat lapidem.

La goccia scava la pietra, Ovidio

Ex nihilo, nihil.

Dal nulla, nulla

Oculus domini saginat equum.

L’occhio del padrone ingrassa il cavallo

Facta non verba.

Fatti, non parole

Occasio furem facit.

L’occasione fa l’uomo ladro

Melius abundare quam deficere.

Meglio abbondare che scarseggiare

Qui autem invenit illuminvenit thesaurum.

Chi trova un amico trova un tesoro

Est modus in rebus.

C’è una giusta misura nelle cose, Orazio

Carmina non dant panem

Le poesie non danno il pane

Dictum factum.

Detto fatto, Ennio

Panem et circenses.

Pane e giochi – per distrarre il popolo, Giovenale

Patere quam ipse fecisti legem.

Subisci la legge che tu stesso hai fatta.

Qui vicit non est victor nisi victus fatetur.

La vittoria non e’ vera vittoria a meno che il vinta la ammetta, Ennio

Omnia fert aetas.

Il tempo porta via tutte le cose, Virgilio

Abyssus abyssum invocat.

L’abisso invoca l’abisso

Amor gignit amorem.

Amore genera amore

Adulator propriis commodis tantum suadet.

L’adulatore tiene di mira solo i suoi interessi. (Giulio Cesare)

Carpe diem, quam minimum credula postero.

Cogli l’attimo, confidando il meno possibile nel domani, Orazio

Exilis nummus brevem parit missam.

Per chi paga poco la messa è breve

Ex ore parvulorum semper veritas.

Dalla bocca dei fanciulli viene sempre fuori la verità

De iure.

Di diritto

Amantes amentes.

Gli amanti son pazzi

Amor tussisque non caelatur.

L’amore e la tosse non si possono nascondere

Omnia vincit amor.

L’amore vince ogni cosa.(Virgilio, Bucoliche X, 69)

Excusatio non petita, accusatio manifesta.

Scusa non richiesta, accusa manifesta

Fortuna vitrea est; tum cum splendet, frangitur

La fortuna è come il vetro; così come può splendere, così può frangersi, Publilio Siro

Non est vivere sed valere vita est

La vita non è essere vivi ma stare bene

Quidquid praecipies, esto brevis.

Qualsiasi cosa insegni, sii conciso, Orazio

Faber est suae quisque fortunae.

Ciascuno è artefice del proprio destino, Sallustio

Arbore deiecta, quivis ligna colligit.

Caduto l’albero, ognuno corre a far legna

Pulvis es et in pulverem reverteris.

Polvere sei e polvere ritornerai

Plebeia ingenia magis exemplis quam ratione capiuntur.

Le menti volgari sono più impressionate dagli esempi che dalle ragioni, Macrobio

Oculum pro oculo, et dentem pro dente.

Occhio per occhio, dente per dente

Mulier malum necessarium.

La moglie è un male necessario, Gellio

Vitam regit fortuna, non sapientia.

La vita è retta dal fato, non dalla saggezza, Cicerone

Si vis pacem para bellum.

Se vuoi la pace prepara la guerra. (Vegezio)

Docendo discitur

Insegnando ad altri si impara

Ad astra per aspera.

Attraverso le asperità alle stelle. Anche nella versione “Per aspera ad astra”.

Hic sunt leones

Qui ci sono i leoni. Frase usata per indicare le aree geografiche ancora inesplorate.

Nihil sub sole novum.

Nulla di nuovo sotto il sole, Ecclesiaste

Lente properare memento.

Ricorda di affrettarti con lentezza

Quis custodiet ipsos custodes?

Chi sorveglierà i sorveglianti? Giovenale

Imperare sibi maximum imperium est.

Comandare a sé stessi è la forma più grande di comando.(Seneca, Lettere a Lucilio, CXIII.30)

Timeo Danaos et dona ferentes.

Temo i greci anche quando con loro portano regali, Virgilio. A proposito del cavallo di Troia introdotto dai greci.

Probitas laudatur et alget.

L’onestà è lodata ma muore di freddo, Giovenale

Fortis cadere, cedere non potest.

I forti possono cadere, ma non possono cedere

Porta itineris dicitur longissima esse.

Si dice che la porta sia la parte più lunga di un viaggio.

Tertium non datur.

Vi sono due sole possibilità; non ve ne è un’altra, Aristotele

Periculum in mora.

Vi è pericolo nel ritardo.(Tito Livio, Ab urbe condita; XXXVIII, 25)

In saecula saeculorum.

Nei secoli dei secoli

Nil est dictu facilius.

Niente è più facile che parlare

Medice, cura te ipsum.

Medico, cura te stesso

Auctor opus laudat.

Ognuno loda la propria opera

Qua fugiunt hostes via munienda est.

Al nemico che fugge ponti d’oro

Amor magister est optimus.

L’amore è ottimo maestro

Tempus fugit.

Il tempo fugge

Prius antidotum quam venenum.

Prima l’antidoto del veleno

Vis unita fortior.

La forza unita è più forte

Poeta nascitur, orator fit.

Poeti si nasce, oratori si diventa

Vulpem pilum mutare, non mores.

La volpe cambia il pelo, non le abitudini, Svetonio

Mater semper certa est, pater numquam.

La madre è sempre certa, non il padre

Difficile est longum subito deponere amore.

È difficile mettere subito fine a un lungo amore

Omnes feriunt, ultima necat.

Tutte feriscono, l’ultima uccide

Semel in anno licet insanire.

Una volta all’anno è lecito fare follie.(Seneca)

Multa paucis.

Molte cose in poche parole

Sic transit gloria mundi.

Così passa la gloria del mondo

Libri ex libris fiunt.

I libri vengono dai libri

Nihil est, quod Deus efficere non possit.

Non c’è nulla che Dio non possa fare

Vita brevis, ars longa, occasio praeceps, experimentum periculosum, iudicium difficile.

La vita è breve, l’arte è lunga, l’occasione fuggevole, l’esperimento pericoloso, il giudizio difficile. Versione in latino del motto greco del medico Ippocrate.

Relata refero.

Riferisco ciò che mi è stato detto

Non ut edam, vivo; sed ut vivam, edo.

Non vivo per mangiare, ma mangio per vivere, Quintiliano

Orietur in tenebris lux tua

Nascerà in mezzo all’oscurità la tua luce

Impossibilium nulla obligatio est

Nessuno è obbligato a fare l’impossibile, Celso

Cum grano salis

Con un pizzico di sale, con un po’ di prudenza

Qui gladio ferit gladio perit.

Chi di spada ferisce di spada perisce

De gustibus non est disputandum.

Sui gusti non si discute

Manus manum lavat.

Una mano lava l’altra, Seneca

Fames crescit eundo

La fame, mangiando, cresce

Veni vidi vici.

Sono venuto, ho visto, ho vinto, Giulio Cesare

Amoris vulnus sanat idem qui facit.

La ferita d’amore la risana chi la fa

Nunc aut nunquam

Ora o mai più

Mortui non mordent.

I morti non mordono

Stat sua cuique dies.

Ognuno ha il suo giorno

Dura lex, sed lex.

La legge è dura, ma è la legge

Verba volant, scripta manent.

Le parole volano, ciò che è scritto rimane

Beneficium accipere libertatem vendere est.

Accettare un favore è vendere la propria libertà

Amicus certus in re incerta cernitur.

Il vero amico si rivela nelle situazioni difficili.(Quinto Ennio)

Omnia cum tempore.

Ogni cosa a suo tempo, Ecclesiaste

Alis Volat Propriis

Si vola con le proprie ali